«

»

Stampa Articolo

Centocelle, due ponti per collegare il Parco Archeologico ai quartieri

pontetorrespaccataPronti un progetto per un ponte ciclopedonale tra piazza delle Camelie e Parco di Centocelle, e uno che collegherebbe il parco con Torrespaccata. Per l’Assessore ai Lavori Pubblici Veglianti la realizzazione della tramvia sulla Togliatti renderebbe possibile la costruzione dei ponti, a patto che si delocalizzino gli autodemolitori.

Nel Parco di Centocelle procedono i lavori e gli scavi archeologici ma mancano ancora gli accessi dai quartieri limitrofi. Era il lontano 2009 quando il Consiglio Comunale di Roma approvò un Ordine del Giorno che impegnava il Sindaco e la Giunta, tra le altre cose, alla delocalizzazione di attività incompatibili con i vincoli archeologici e paesaggistici del parco, il ricongiungimento del parco Archeologico di Centocelle con il Pratone di Torrespaccata con un ponte ciclopedonale, la realizzazione di un attraversamento pedonale sulla Casilina all’altezza di piazza delle Camelie.

SilvioBrunoPer gli ultimi due punti esistono progetti su carta, entrambi realizzati da Silvio Bruno, architetto e Presidente del Comitato Centocelle Storica. “Furono gli amici del Comitato di Quartiere di Torrespaccata a chiedermi se fosse fattibile un progetto di scavalcamento di viale Palmiro Togliatti -ci informa Bruno, che prosegue – mi sembrava una buona idea, così ho disegnato il ponte che potesse collegare il parco di Centocelle con il Pratone, all’altezza di via Mario Lizzani”. Il progetto prevede una travatura reticolare e un sistema di pannelli fotovoltaici, con scale e ascensore per l’accesso allo spartitraffico centrale in cui, secondo l’architetto, “dovrebbe essere installata la tramvia per collegare le tre linee della metropolitana”. Anche per collegare piazza delle Camelie e Centocelle al parco è pronto più di un progetto, tra cui quello proposto da Silvio Bruno, che prevedeva la risistemazione della banchina della linea Laziali-Giardinetti e dell’incrocio di via Tor de’ Schiavi con via Casilina.

Abbiamo contattato l’Assessore municipale ai Lavori Pubblici Stefano Veglianti per capire le intenzioni della Giunta in merito. “Conosco il progetto che era stato preso in considerazione per le opere connesse alla Metro C. Secondo me gli accessi al parco dovevano essere la prima opera visto che stiamo spendendo tre milioni di euro per la riqualificazione e gli scavi archeologici”. Al momento, però, l’Assessore ha parlato di un possibile attraversamento a raso all’altezza della fermata della Metro C di Centocelle. Per quanto riguarda il progetto del ponte sulla Togliatti Stefano Veglianti ci confessa che “la tramvia sulla Togliatti sarebbe la chiave di volta che renderebbe possibile questa ipotesi”, soprattutto se divenisse “un percorso nel verde per gli scambi del trasporto pubblico”. Cosa che, ci confessa, avrebbe buone possibilità di ottenere un finanziamento europeo, perché il parco Centocelle è un sito archeologico importante, “ma servirebbero dei presupposti, il primo dei quali è togliere gli autodemolitori”.

La risposta di Stefano Veglianti alla nostra domanda sulla situazione dello spostamento dei cosiddetti ‘sfasciacarrozze’ non è stata delle più ottimiste: “Si annunciano le delocalizzazioni ma non vedo la sufficiente ‘aggressività’, perché è una partita dura. Sono attività che esistono da una marea di tempo, alcune delle quali anche occupando in modo illegale lo spazio. In qualsiasi parte del mondo non ci sarebbe uno sfascio in un’area archeologica”. Emanuele Rigitano

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/centocelle-due-ponti-per-collegare-il-parco-archeologico-ai-quartieri/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.