«

»

Stampa Articolo

Centocelle. A passeggio nel Tunnel di Mussolini

arrivo ciclistiLa galleria iniziata negli anni 40 dello scorso secolo torna ad essere percorribile grazie alle attività volontarie della Comunità per il Parco pubblico di Centocelle e del Settimo Biciclettari.

Convinte della necessità di interventi coordinati e sistematici per l’apertura al pubblico e l’aumento delle presenze all’interno del perimetro verde, le due associazioni, rispettivamente del V e VII Municipio, hanno messo insieme le forze e realizzato quella che si potrebbe definire un’impresa: la bonifica e l’eccezionale apertura al pubblico del tunnel che, secondo i progetti della Stefer, avrebbe dovuto ospitare la variante della Roma-Fiuggi.

L’ambiziosa opera, risalente al 1941, aveva l’obiettivo di costruire un collegamento ad alta velocità; la realizzazione fu congelata a causa del secondo conflitto mondiale e poi definitivamente abbandonata nell’immediato dopoguerra. Come è accaduto per tutti i copiosi cunicoli presenti nel sottosuolo del parco, all’inizio il tunnel venne usato come fungaia, poi per attività illegali ed infine come discarica abusiva.

I mille e cento metri di galleria che dal cuore del parco arrivano fino alle spalle dell’Osteria, lo scorso dicembre sono stati protagonisti della riuscita iniziativa promossa dalla Comunità per Parco Pubblico di Centocelle in collaborazione con il Settimo Biciclettari: una visita rigorosamente guidata a causa dell’impervietà del tracciato e delle note storie di insediamenti illegali all’interno dell’area.

un cunicoloUn inaspettato numero di curiosi muniti di torcia ed un folto gruppo di ciclisti e biciclettari si sono ritrovati davanti al nuovo ingresso pedonale di via Casilina. La visita è stata l’occasione per illustrare le ricchezze faunistiche e naturali del Parco a cura del WWF, per ricordare a tutti le ricchezze archeologiche racchiuse in quei 120 ettari e le grandi potenzialità della zona quale collegamento fra aree altrimenti raggiungibili solo in auto o con percorsi pedonali e ciclabili estremamente lunghi.

Che il Parco Archeologico di Centocelle sia uno scrigno pieno di ricchezze, lo abbiamo scritto mille volte. Che sia un’area abbandonata lasciata all’incuria ed allo sfruttamento illecito di non ben identificati figuri, anche. E’ delle ultime settimane la notizia di roghi tossici provenienti dai cunicoli presenti sotto il parco utilizzati come discariche abusive.

Le fragilità dell’esteso specchio verde della periferia sud di Roma sono sotto gli occhi di tutti, come pure l’inerzia degli uffici centrali nella pianificazione di interventi utili affinché il parco possa essere messo in sicurezza e la cittadinanza possa riappropriarsene.

Esistono, tuttavia, movimenti e associazioni che non demordono e lavorano senza sosta affinché la periferia possa riappropriarsi di un’area che potrebbe cambiare significativamente lo stile e la qualità della vita locale.

Emanuela Martelluzzi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/centocelle-a-passeggio-nel-tunnel-di-mussolini/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.