«

»

Stampa Articolo

Castelverde, 600 firme per la caserma

RaccoltaFirmeCastelverdeIn seguito ad una grande ondata di furti, il Comitato di Quartiere di Castelverde ha organizzato una raccolta firme per richiedere l’attivazione di una caserma dei Carabinieri nel versante prenestino.

Per più di due settimane è andata avanti la raccolta firme promossa dal CDQ Castelverde, un’iniziativa che ha riscosso un grande successo grazie alle sue 600 adesioni. “Molti cittadini hanno subìto furti ed intrusioni notturne. Due settimane fa, una loro delegazione è venuta ad una riunione del Comitato e ci ha chiesto di intervenire”, ci spiega Dino Landi, il Presidente del CDQ. Il tema della caserma a Castelverde, però, è tutt’altro che nuovo per il Comitato: “In tutto questo tempo abbiamo fatto due incontri pubblici sulla sicurezza, ai quali sono state invitate anche le Istituzioni”, continua a spiegarci. Proprio in questo quartiere, infatti, era stato trovato un edificio idoneo per essere tramutato in caserma: lo stesso Comando di Frascati aveva ammesso di essere intenzionato a trasferirsi il prima possibile. A maggio 2013, i fondi erano stati trovati. Purtroppo, però, all’ultimo minuto questi furono devoluti per un’altra emergenza.

Ad oggi, ci ritroviamo al punto di partenza: i quartieri del versante prenestino (Castelverde, Corcolle, Ponte di Nona, Villaggio Prenestino etc…) sono coperti dal servizio prestato dalla Caserma di San Vittorino. Inutile dire come una sola Caserma, per giunta di piccola identità, non sia adeguata a coprire un territorio così vasto. È per questo che, nelle ultime settimane, si sta assistendo ad un vero e proprio boom di furti. Per questo motivo, nel modulo fornito ai residenti, è stato possibile anche allegare una copia della denuncia o degli esposti, in modo tale da rendere più completa la richiesta. “I ladri seguono le mosse dei residenti – ci spiega Renzo Orciari, Vicepresidente – così da sapere quando l’appartamento resterà vuoto”. La tensione tra gli abitanti, infatti, è alle stelle: quasi giornalmente si viene a sapere di nuovi furti. L’iniziativa, però, non è circoscritta al solo quartiere di Castelverde. Fabio Giustini ci spiega come anche i comitati degli altri quartieri si siano messi al lavoro a loro volta dopo essere stati informati dell’iniziativa. Ci si aspetta, dunque, un bel lavoro che veda partecipe l’intero quadrante. Una volta conclusa l’iniziativa, le firme raccolte verranno inviate al Comando dei Carabinieri, al Comune ed al Commissariato.

Nelle ultime settimane, il CDQ di Castelverde ha avuto modo di incontrare Dario Nanni, Presidente della Commissione Lavori Pubblici del Comune di Roma: l’idea sarebbe quella di fare uno scambio tra Comune e Privato. Si tratterebbe di barattare un immobile del centro per ottenerne, in cambio, uno in periferia. Questo perché, nel nostro territorio, non sono presenti edifici comunali adattabili a caserma. Questa soluzione, però, non è definitiva. Bisognerà lavorarci su in maniera approfondita per poter, finalmente, fornire un servizio soddisfacente agli abitanti del quadrante.

Lucrezia La Gatta

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/castelverde-600-firme-per-la-caserma/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.