«

»

Stampa Articolo

Case popolari, il Comune si impegna a vendere!

Commissione Urbanistica capitolina in Largo Loria 3

Commissione Urbanistica capitolina in Largo Loria 3

Sventato il pericolo delle “lettere truffa”, gli inquilini, che hanno versato 2mila euro come impegno ad acquistare, sono stati ascoltati. L’Assessorato Patrimonio capitolino ha confermato che le vendite partiranno quest’estate ma a rilento. Da ottobre nuove problematiche: scade l’appalto della Romeo, cambierà l’iter di compravendita. 

Si è tenuta il 4 giugno, in Largo Lamberto Loria 3 (Garbatella), una Commissione Patrimonio capitolina partecipata dagli inquilini delle case popolari del Comune. A presiedere l’assemblea il Presidente di Commissione Pedetti affiancato da Annamaria Addante, Pres. Inquilini Case Ater. Tema centrale dell’assemblea: la legittimità delle lettere di vendita pervenute ai residenti delle case, diverse nel nostro Municipio. Molti cittadini, a cavallo delle amministrazioni Veltroni e Alemanno, hanno versato nelle casse comunali 2mila euro come impegnativa per l’acquisto della propria abitazione.
Il tutto per controversi moduli inviati da Roma Capitale tramite la Società Risorse per Roma, dove veniva fissato un prezzo di vendita senza che l’Amministrazione fosse legalmente vincolata a vendere. La Commissione Patrimonio ha dato un indirizzo politico chiaro, mostrando il proprio piano di dismissione degli immobili e di fatto accogliendo le istanze della Addante e dell’Avvocato Galeani, in difesa degli assegnatari. Ha chiosato quest’ultimo. “Le norme in materia di alienazione degli alloggi di edilizia pubblica sono dettate dalla Legge n.560 del  1993. Ai fini dell’acquisto è necessaria l’effettiva occupazione dell’immobile da almeno 5 anni e l’assenza di morosità”. I tecnici capitolini Aceti (Direzione Gestione amministrativa comunale) e Zanini (Assessorato Patrimonio) hanno ammesso l’assoluto interesse di Roma Capitale a vendere, vista la necessità di risanare le casse in deficit. Unico grande problema le tempistiche di vendita. Dice Pedetti: “Entro quest’estate potremo dismettere i primi 100 alloggi.
Senza l’aiuto di un privato non saremo in grado di procedere alle vendite nei tempi da voi attesi. È necessario ricevere la documentazione dalla Romeo sulle eventuali morosità e su altri aspetti di bilancio prima di procedere all’atto di cessione”. Scatta pronta la critica di Onorato (Consigliere Lista Marchini): “Siamo necessariamente vincolati ad attendere la Romeo per poter vendere? In pratica è questa a decidere sui tempi di consegna e sulle priorità, sulla base di chissà quali criteri!”. Aggiunge Frongia del M5S: “Chiediamo che vengano rese più chiare le tempistiche, alla luce del fatto che da ottobre la Romeo non sarà più l’ente gestore delle popolari (e dunque cambierà l’iter amministrativo di vendita, ndr)”. In chiusura la Commissione Patrimonio ha promesso che gli inquilini sapranno nei prossimi mesi quando potranno acquistare la propria casa popolare.
Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/case-popolari-il-comune-si-impegna-a-vendere/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.