«

»

Stampa Articolo

Bufera nel mondo politico romano

AULA_GIULIO_CESARE_d0Politica e malavita, presunti affari illeciti scoperti dall’operazione “Terra di Mezzo”. Trentasette arresti e tra gli indagati per associazione di tipo mafioso spunta il nome dell’ex sindaco Alemannoe per corruzione aggravata e illecito finanziamento il Presidente del Consiglio di Roma Capitale Coratti. 

“E’ la teoria del mondo di mezzo compà. ….ci stanno come si dice i vivi sopra e i morti sotto e noi stiamo nel mezzo”. Sono le parole di Massimo Carminati,ex Nar, tratte frutto delle intercettazioni che hanno dato il nome all’operazione che ha sconvolto il sistema politico romano.

E’ caos nei palazzi della politica romana dalla Regione fino al Comune. L’operazione “Terra di Mezzo” condotta dai Carabinieri dei Ros ha portato nei primi giorni di dicembre ad arresti e perquisizioni su ordine della Procura di Roma, con un sequestro di oltre 200 milioni di euro da parte della Guardia di Finanza, per le presunte accuse che vanno dall’associazione a delinquere di stampo mafioso, passando per estorsione, usura, riciclaggio e corruzione. Un vero e proprio terremoto, se non un cataclisma, che vede tra arrestati e indagati anche diversi nomi di spicco del mondo politico coinvolgendo centrodestra e centrosinistra, malavita e cooperative rosse in un modo del tutto trasversale. Sotto accusa gli interessi che ruotavano intorno alla gestione dei centri di accoglienza, dei rifiuti, dei campi nomadi e l’assegnazione degli appalti.

Custodia cautelare in carcere per 37 persone tra cui l’ex Nar Massimo Carminati, l’ex Amministratore delegato di Ama Franco Panzironi, l’ex Amministratore di Eur Spa Riccardo Mancini, l’ex Direttore di gabinetto del Sindaco Veltroni Luca Odevaine e il Presidente della Cooperativa 29 giugno Salvatore Buzzi che. in una intercettazione. dichiarava che “con gli immigrati si fanno molti più soldi che con la droga”. In 8 poi sono finiti agli arresti domiciliari e c’è infine un lungo elenco di indagati a piede libero destinatari di informazione di garanzia sottoposti a perquisizione tra i quali spiccano i nomi dell’ex Sindaco di Roma Gianni Alemanno per associazione di tipo mafioso e corruzione aggravata, del Presidente del Consiglio comunale Mirko Coratti per corruzione aggravata e illecito finanziamento, che si è dimesso il giorno seguente insieme all’Assessore alla Casa dell’attuale Giunta capitolina Daniele Ozzimo indagato per corruzione aggravata, del consigliere regionale Pd Eugenio Patanè per turbativa d’asta e illecito finanziamento, del Presidente della Commissione Trasparenza in Comune Giovanni Quarzo per associazione di tipo mafioso e del Capogruppo regionale di Forza Italia Luca Gramazio per associazione di tipo mafioso e corruzione aggravata. C’è poi nella lista degli indagati anche il nome del noto uomo d’affari Gennaro Mokbel per estorsione.

Nell’occhio del ciclone è finita soprattutto la gestione dei centri di accoglienza, in questi giorni alla ribalta per le forti proteste scoppiate nelle periferie romane, e considerati dagli inquirenti come uno dei fulcri attorno a cui ruotavano i presunti affari illeciti contestati. Proteste che non hanno però colpito i centri delle ‘cooperative amiche’: è saltato agli occhi infatti il silenzio con cui è stato accolto da coloro che oggi protestano l’apertura del centro di Ponte di Nona, contrariamente alle furenti contestazioni sui centri di Corcolle e di Tor Sapienza. Immediata la reazione del Movimento 5 Stelle che ha chiesto lo “scioglimento del Comune per Mafia”, mentre il Sindaco di Roma Ignazio Marino vede in questa vicenda “la prova che si deve fare pulizia”. Ma ci si chiede ora il perché questi affari illeciti non siano stati denunciati da chiunque, a livello politico, avesse avuto forti sospetti. E le indagini, che hanno riguardato già Regione e Comune, potrebbero giungere prossimamente anche negli enti di maggiore prossimità territoriale, ovvero nei municipi.

Simone Sperduto

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/bufera-nel-mondo-politico-romano/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.