«

»

Stampa Articolo

Beavers: fra coraggio, rock ed emozione

copertina Beavers-Enter PleaseLa Fiera dell’Est incontra i Beavers a pochi giorni dalla pubblicazione ufficiale di “Enter Please”, il primo EP della band romana che verrà presentato il 26 marzo con un evento live all’Init di via Casilina Vecchia, storico locale del panorama indipendente.

La terra d’Albione ha plasmato musicalmente generazioni di ogni epoca. È una novità però quando un gruppo ne reinterpreta i suoni in un ambiente musicale romano composto per la maggiore da meri esecutori. L’onestà musicale dei Beavers – che in inglese significa “castori ma anche apparati riproduttivi femminili” – si puo’ ascoltare nella concretezza delle sei tracce  contenute nel loro primo EP dal titolo ‘Enter Please’, interamente autoprodotto e registrato la scorsa estate presso il ‘rock&bones studio’.

Il gruppo – formato da Valerio Amici (voce), Andrea Grossi (chitarra solista), Andrea Di Petrillo (chitarra ritmica), Davide Peticchia (basso) e Nicolò Pede (batteria e percussioni) -  cerca di esprimere un primo lavoro diretto, che arriva al punto senza fronzoli. Dal riff da stadio di ‘Loudly (In Your Place)’ si passa alla sonorità più docile di ‘Unspoken Feelings’ passando per il racconto vocale di ‘Reason To Live’ fino all’assoleggiante ‘Invicible’, il tutto sostenuto dalla rauca vocalità di Valerio Amici che sa ben plasmarsi alle varie tracce. Degna di nota è l’impalcatura ritmica dettata dal rapporto fra basso/batteria, dove alle note gravi e precise di Peticchia si incastona perfettamente l’abile attività delle pelli di Pede che nelle strutture musicale della band – specie nei live – sembra giocare il ruolo di punto nevralgico che scandisce le atmosfere ritmiche dei cinque ‘castori’. La band composta da ragazzi nati e cresciuti nel Municipio V e VI vuole “comunicare emozioni a chi ascolta” come dichiara Andrea Grossi, in un lavoro che di fatto “è un passo obbligato, una prima prova che speriamo possa portarci a trasmettere ciò che siamo”.

“Riguardo il provenire dalla periferia, ‘Loudly’ porta un messaggio forte – spiega Grossi – è una canzone che deve sprigionare voglia di agire, di far sentire che ci sei, anche quando ciò ti circonda è ovattato e costringente. Veniamo da quartieri non facili ma con un po’ di sensibilità e coraggio si puo’ emergere”. “Ogni canzone ha una storia a sé – continua Grossi –ma ‘Berlin’assume a riguardo un significato e un affetto particolare. Il brano è nato dopo aver partecipato alla finale di Emergenza Festival che ci ha permesso poi di suonare nel noto ‘Fritz Club’ di Berlino, un’esperienza unica dalla quale è nata ‘Berlin’, scritta in albergo dopo il live in seguito all’entusiasmo e alla birra tedesca”. Tuttavia i Beavers – che hanno prodotto l’EP dopo una lunga gavetta in giro per i maggiori club romani come Stazione Birra e Contestaccio – hanno numerose tracce nel loro repertorio dal vivo ma quelle scelte per ‘Enter Please’, “rappresentano la nostra musicalità in base a una scelta selettiva che rispecchia i gusti del pubblico, una certa orecchiabilità e la precedenza delle prima tracce che abbiamo scritto da quando suoniamo assieme rispetto a quelle venute successivamente” spiegano Di Petrillo e Amici. Il 26 marzo i Beavers presenteranno tutto questo in un live nello storico locale Init in via Casilina Vecchia – dove i fans potranno acquistare l’album – “un’ ulteriore soddisfazione che speriamo porti a suonare sempre di più in locali del genere” spiega Amici. “Ma la cosa più importante – conclude Grossi – è comunicare una qualsiasi emozione a chi ci ascolta”. Luca Covino

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/beavers-fra-coraggio-rock-ed-emozione/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.