«

»

Stampa Articolo

Alveti: “Tutto come previsto”

VITTORIO ALVETIIl consigliere uscente Vittorio Alveti, uno dei maggiori fautori della vittoria di Scipioni, commenta i risultati e la situazione politica locale legata al Pd.

Da più di 15 anni Vittorio Alveti è l’espressione della parte popolare del centrosinistra nel territorio del Municipio delle Torri. Consigliere uscente ha in questi ultimi 5 anni contrastato politicamente l’ex classe dirigente del Pd locale, sostenendo la candidatura di Marco Scipioni.

Come commenta queste elezioni?

Il dato più importante è che il Pd dopo le dimissioni della classe dirigente è risalito. E’ stato un confronto serrato che ha dato degli sbandamenti per chi ha perso. Alcuni hanno pensato bene di disattendere il Patto di Roma Bene Comune. La gente invece ci ha dato una grande risposta.

Lei aveva previsto tutto anni fa…

Feci alcune considerazioni sulla classe dirigente, avevo previsto la discesa del partito. Era un momento difficile del Pd ed era necessaria una figura in grado di tenere unite tutte le componenti. Questo non è stato ascoltato, chiesi all’allora segretario romano, un certo Miccoli che ha fatto veramente danni a questo partito su Roma. Le percentuali del Pd erano già più alte nel VI Municipio nel momento in cui si è dimessa tutta la classe dirigente. Il Pd non avevano più nessuna fiducia in questa classe dirigente, che aveva cercato di defenestrare tutta la parte sana che poi è uscita fuori con Marco Scipioni. Abbiamo iniziato a fare una battaglia partendo dal Congresso, proponendo Marco segretario. Avevamo vinto, abbiamo fatto ricorso e sempre per quel Miccoli non siamo stati risarciti vista la vittoria strappata.

Lei aveva anche lanciato un grido di allarme per la candidatura di Cremonesi dove il gruppo dirigente si schierò tutto in suo favore…

Ho cominciato ad avere dubbi su Cremonesi quando fu presentato dal partito come candidato unico. Dissi anche al segretario municipale che il partito non poteva fare certe cose. Era necessario presentare i candidati alla stessa stregua. Cremonesi ha commesso l’errore di pensare che il partito fosse Scorzoni. C’era già una parabola discendente di questo gruppo. L’arroganza dei veltroniani ha danneggiato il partito. Sono l’unico come area a non aver votato Sgrulletti.

Che cosa pensa della scelta di creare una coalizione contro il Pd?

E’ drammatico che delle persone che sottoscrivono un patto non lo rispettino. Che noi e loro non fossimo in linea era evidente già da tempo. Sulla discarica il partito locale pur non dicendolo ha appoggiato questa decisione, non è stato presente nelle sedi competenti nella lotta a differenza del nostro gruppo. Miccoli aveva solo l’interesse che questo problema rimanesse nel nostro municipio e gli altri hanno accettato questa situazione oppure posso anche pensare male …

Come commenta il risultato di DIM?

Mastrangeli e Angelucci hanno preso come 25 persone. DIM non ha intaccato quella che è stata la campagna di Scipioni. E’ una lista spinta dall’astio contro Scipioni e dalla volontà di destabilizzare il centrosinistra. Non facendo votare Scipioni avrebbero dato un voto trasversale a Lorenzotti. Grande responsabilità su questa questione  è di Nieri che per due voti ha oltrepassato il limite, una situazione che non ha eguali su Roma. A volte il candidato che vuole arrivare per forza fa cose deprorevoli…

Federica Graziani

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/alveti-tutto-come-previsto/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.