«

»

Stampa Articolo

Accorpamento Presidi Asl: bando nullo?

Grotte Celoni CenterIl nuovo centro a Grotte Celoni, che da luglio avrebbe dovuto accorpare 5 presidi, come voleva la delibera n.808, vede, invece, attivo solo il servizio di maternità infantile. Assente il servizio CSM/centro diurno prima in via Giuturna, a Torre Angela.  Inattiva, per il momento, la riabilitazione in età evolutiva, prima presente a Villaggio Falcone, Villaggio Breda, Cinecittà. Al privato Lupi, vincitore del bando, sarà corrisposto un canone superiore rispetto a quando i presidi erano distaccati: il Comune risparmiava prima ben 38mila euro con servizi maggiori. Un grande inganno dell’ Amministrazione in barba alla spending review.

Via Casilina 1665. Il nuovo presidio sanitario al terzo piano del Grotte Celoni Center si sta rivelando un autentico bluff. Quello che è stato descritto come “il palazzetto sanitario locale del VI Municipio” conta attualmente al suo interno due soli servizi, delocalizzati da via Aldo Capitini (Ponte di Nona) e P.zza Erasmo Piaggio (Villaggio Breda): parliamo delle visite di maternità e psichiatria infantile. Ancora assente fisioterapia e riabilitazione in età evolutiva, sono sconosciuti i tempi per l’attivazione. Ammette il responsabile relazioni col pubblico all’ingresso del terzo piano: “Questi tre servizi sono gli unici che si terranno qui, solo per bambini e ragazzi dai 0 ai 18 anni”.

Non saranno dunque trasferiti nel nuovo stabile né il Centro di Salute Mentale né il centro diurno prima operativi in via Giuturna 18. Chiede a ragione la Consulta Handicap del VI: “Dove verranno indirizzati i 15 disabili psichici adulti che prima frequentavano via Giuturna? Sarebbe stato inopportuno d’altronde ospitarli nello stesso spazio fisico dove vengono visitati bambini dai 0 ai 18 anni”. Le risposte della Asl sono a dir poco confuse. Dal Dipartimento di Salute Mentale Asl RM B – con a capo il Dr. Boccara – dichiarano: “In VI Municipio ad oggi è attivo solo il CSM in via di Torre Spaccata 157. I servizi di via Giuturna potrebbero essere delocalizzati nel IV Distretto (nell’ex X Municipio)”. Dal IV Distretto ancora non giungono risposte, altre voci parlano addirittura di uno spostamento al presidio di Piazza dei Mirti 45 in II Distretto (Centocelle).

Sembrerebbe infine che il centro vaccinazioni prima attivo in via delle Canapiglie 100 (Torre Maura) non sia ancora stato spostato compiutamente a Grotte Celoni. Assumono così un tono beffardo le dichiarazioni del Presidente Scipioni (anche dipendente ASL e Assessore al Sociale) dopo l’approvazione della delibera 808 del 15 luglio 2013, recante le disposizioni per l’accorpamento: “Non vedo perché uno debba andare in dieci posti diversi per fare visite. I servizi si raggruppano e si fa un centro unico. Aggiungiamo un servizio che portiamo via dall’ex X (viale Rizzieri, piano T.S.M.R.E.E.) al nostro VI. E tra l’altro andiamo anche a risparmiare”. Falsità: oltre a sottrarre servizi al nostro territorio il nuovo presidio di Grotte Celoni sarà più dispendioso degli altri 5 messi insieme. A dirlo è la stessa delibera 808, che concede a Lupi a r.l. (privato) 157.641,65 euro l’anno per il canone annuale. Quello totale degli ex 5 presidi ammontava invece a 119.615,85. Nella delibera (per far quadrare i conti) vengono aggiunti a quest’ultima cifra 47mila euro per costi di manutenzione annui (per un totale di 167 mila totali) ma, come è logico pensare, le spese di ristrutturazione dei 5 locali dismessi non sono una sempre, bensì una tantum! Senza contare che nei 119mila euro vengono contati anche i 21mila di via Giuturna, che, come sappiamo, è stata dismessa senza che i servizi fossero accorpati nel centro di Grotte Celoni.

Dunque, per dodici anni (questa la durata del contratto) a dispetto della spending review la P.A. corrisponderà ad un privato una cifra maggiore di quanto facesse prima usando immobili di proprietà, in locazione passiva da terzi e in concessione d’uso dal Comune e dall’Ater. Dal punto di vista amministrativo la delibera e conseguentemente i bandi di ricerca e assegnazione immobile andrebbero annullati. Impossibile non porsi domande: come reagiranno i cittadini di Torre Angela che dovranno spostarsi fino a via di Torre Spaccata per una visita? Il Presidio di Grotte Celoni è deserto, dove si stanno rivolgendo gli utenti che prima frequentavano i 5 presidi? Hanno forse deciso di appellarsi al privato? Perché non si è data preventiva informazione ai cittadini, magari mantenendo operativi pro tempore i 5 presidi per facilitare la dismissione e la pubblicità del nuovo centro? Come mai la maggioranza o l’opposizione municipale non erano al corrente di questi sviluppi? Fra i tanti proclami di “rilancio” e “cambio di rotta” dov’era la Commissione Politiche Sociali e Sanitarie e il Presidente Scipioni nonché Assessore alle Politiche Socio – Sanitarie del  Municipio? Dove stanno gli attivisti del Movimento 5 Stelle che avevano fatto grandi proclami a colpi di interrogazione che hanno poi dimenticato di seguire la vicenda? Ma, soprattutto, dal Municipio chi si muoverà per richiedere l’annullamento della delibera con annesso bando e contratto di locazione? Altro che riallocazione, per ora il presidio di Grotte Celoni porta solo a perdite nette di servizi e risorse.

Manuel Manchi

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/accorpamento-presidi-asl-bando-nullo/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.