«

»

Stampa Articolo

A volte ritornano

cbver giuntaLa Giunta di Scipioni scatena le prime polemiche. Tramonta la speranza del rinnovamento e si fanno spazio le vecchie logiche di partito e gli accordi con i soliti noti.

“Cambiamo tutto”. Con questo slogan Scipioni si è presentato in campagna elettorale ai cittadini e con questo slogan ha vinto. Eppure la nuova Giunta municipale più che di nuovo sa di preistorico. Mentre scriviamo, i nomi non sono stati ufficializzati ma, salvo qualche sorpresa, i sei che dovrebbero comporre la squadra di Scipioni sono ormai decisi. Cominciamo con Daniele Palmisano, 37 anni, ex responsabile per la Federazione romana del Pd degli enti locali, ex consigliere dell’allora IX Municipio, proveniente dall’Appia, afferente all’area politica legata a Umberto Marroni.

Lui è l’unico assessore “tecnico”, inviato direttamente da Zingaretti che, probabilmente, ricoprirà il ruolo di Vicepresidente e di Assessore al Bilancio e al Commercio.  Passiamo poi a Maria Madama, figlia di Antonio Madama, ex assessore con la Giunta Lorenzotti, di cui erediterà anche le deleghe, noto alle cronache per una condanna passata per compravendita di voti, esponente nel nostro Municipio del Partito Sociale. “Per pochi voti – commenta Scipioni – Antonio Madama ce lo saremmo potuto trovare in Consiglio regionale dove si legifera. Non è quindi a me che va data la responsabilità della sua presenza nel Partito Socialista. Ho chiesto al segretario romano, Atlantide, un nome e mi è stato fatto quello di Maria Madama. Non ho potuto fare altro che assecondare questa richiesta”. E’ solo il primo caso di “figlie d’arte” di questo governo. Ricordiamo che in Consiglio siede anche il nipote dello stesso Madama, Danilo Reali, e che è stata nominata Presidente del Consiglio un’altra figlia eccellente, Ambra Consolino. Sull’onda dei “figli d’arte” si colloca anche Andreina Di Maso,40 anni, Professoressa di Storia dell’Arte presso la scuola Martin Luther King, candidata con il Pd in queste ultime elezioni, seconda dei non eletti, figlia della nota Livia De Pietro, che per tre volte ha ricoperto il ruolo di consigliera poi di delegata nel nostro Municipio.

Sarà lei a detenere la delega per la Scuola e la Cultura. “Nella Giunta dovevo inserire due donne, che non avevo tra gli eletti – spiega Scipioni – ho pensato che Andreina, vista la sua professione, fosse capace e soprattutto che rappresentasse il cambiamento visto che è alla sua prima esperienza”. Passiamo poi a colui che ha mandato su tutte le furie la Lista Civica, Domenico Verticchio, uomo fidato di Celli, già assessore, che ha superato i settanta da tempo. “Ho chiesto ai componenti eletti della Lista Civica – continua Scipioni – di scrivermi una richiesta ufficiale con un altro nome ma loro non hanno voluto”. Arrivano poi due consiglieri uscenti dalla scorsa amministrazione Valter Mastrangeli, che viene premiato come primo degli eletti con un assessorato ai Lavori Pubblici e Tutela e salute degli animali. Grazie alla sua nomina entrerà in Consiglio un altro uomo fidato del Presidente, Stefano Pelone. “E’ ora – conclude Scipioni – che Mastrangeli si metta in gioco con un ruolo di maggiore responsabilità. Per imparare c’è tempo e lui rappresenta la garanzia della trasparenza”.  Finiamo poi con Vittorio Alveti, fortemente sponsorizzato dall’area popolare del Pd, che però il Presidente sembra aver mal digerito. Con questa nomina Alveti arriverebbe alla sua quarta Consigliatura nel nostro Municipio. Sembrerebbe che le due deleghe più importanti, Sociale e Urbanistica, Scipioni le terrà per sé, chiaro segnale di poca fiducia  da parte del Presidente.

Insomma, questa Giunta sembra essere il frutto di cambiali politiche firmate da Scipioni nel corso della campagna elettorale, vedi Celli e Madama, ma anche espressione del sistema di correnti vecchio stile che il “cambiamo tutto” voleva abbattere per sempre.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/a-volte-ritornano/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.