«

»

Stampa Articolo

VI Municipio. Il 19 maggio in scena la II° Edizione del Premio Jean Coste

13221110_10209597092266393_7417871212440983854_nTorna, dopo il successo dello scorso anno, il premio indetto dall’associazione culturale ‘Roma Fuori le Mura’ sotto l’Egida dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e con il patrocinio della Societas Mariae. Tra i premiati il Direttore de La Fiera dell’Est Federica Graziani.

L’appuntamento si è svolto giovedì 19 maggio ore 17 presso l’Auditorium ‘Ennio Morricone’ della facoltà di Lettere dell’Università di Tor Vergata, in via Columbia 1.

Il Premio Jean Coste nasce da un’idea dell’associazione culturale ‘Roma Fuori le Mura’, che si occupa di studi sulla periferia romana, di cui esponente di spicco è Rita Pomponio, nota storica del territorio est di Roma. Il premio è riservato agli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado poste al di fuori delle Mura Aureliane.

Diviso in due Sezioni (Sezione Scuole, che comprende Elementari, Medie e Istituti Superiori; e Sezione Università per neolaureati e laureandi) il Premio Jean Coste nasce con la finalità di promuovere tra i giovani la ricerca storico-archeologica dell’immensa periferia dell’Urbe, della città Caput Mundi, che nel suo inarrestabile espandersi si allontana sempre più dalle antiche Mura.

L’obiettivo del Premio Jean Coste – spiega Rita Pomponio –  è far scoprire ai giovani che vivono nella periferia la storia del proprio Municipio, nella convinzione che ciò possa far nascere in loro l’interesse  per quei  luoghi sempre più spesso definiti “terra di nessuno”. Un percorso di integrazione in una metropoli in cui immensi quartieri ai margini dei confini appaiono ognuno come anonime “città satellite”. Borgate che inevitabilmente lasciano in coloro che vi sono nati – ragazzi italiani o anche figli di immigrati – la sensazione di essere stati catapultati in una terra priva di storia. Una “non Roma” – quella fuori le mura – che non era, e non è, né città né paese. Un contesto, che se non supportato dalla conoscenza delle origini di questi “luoghi natii” difficilmente riuscirà a far scaturire nei più giovani quel senso di appartenenza al Territorio; solido vincolo che scaturisce  anche  dalla conoscenza della sua Storia, quindi delle proprie radici, senza le quali è più difficile sentirsi davvero liberi e  cittadini del mondo”.

Fondato da Rita Pomponio, il premio vuole ricordare la figura di un grande studioso di cui fu allieva, padre Jean Coste (1926-1994) un sacerdote Marista francese – esimio medievalista e studioso di topografia antica – che negli anni Sessanta diede vita a una fervida attività culturale nelle periferie allora da tutti dimenticate. Riuscendo a muovere nei giovani che vi abitavano l’interesse storico-archeologico con ricerche e sopralluoghi sui siti antichi (effettuati spesso insieme a loro) che portarono alla realizzazione di importanti pubblicazioni divenute in seguito fondamentali per gli studiosi del territorio romano.

Il premio prevede anche riconoscimenti a uomini e donne che si sono distinti per il proprio lavoro artistico o intellettuale.

Per la “Sezione Archeologia”  sarà premiato Fabrizio Vistoli per la fondamentale importanza delle sue ricerche storico-archeologiche del territorio romano e dei suoi monumenti situati nella periferia. Preziose pubblicazioni, quale strumento di sapere,  che contribuiscono allo sviluppo e alla conoscenza di tale patrimonio e del nostro passato”.

Per la “Sezione Arte” sarà premiato Massimo Campiper la limpidezza e l’originalità delle sue Opere in cui rivivono scorci di una struggente Roma e della sua periferia. Una simmetria di strade, case, palazzi  in cui l’armonia delle forme e dei contenuti trasfondono l’essenza pura di quell’Arte che riproduce gli infiniti misteri della realtà”.

Per la “Sezione Giornalismo” il premio andrà a Federica Graziani, Direttore de La Fiera dell’Est per l’impegno e l’alto senso deontologico con cui, dalle pagine del suo giornale, combatte  coraggiosamente e con tenacia  per un’informazione libera,  priva di qualsiasi colore politico, in  una sana e totale libertà di espressione”.

Per la “Sezione Cinema” sarà premiato Antonio Ciavoniper i suoi preziosi documentari che costituiscono un patrimonio unico e indispensabile per la memoria storica della  periferia romana.  Un valido contributo per gli studi del territorio”.

Per la “Sezione MusicaErika Zoiper le straordinarie doti di Compositore, Pianista e Direttore d’orchestra. E per l’originalità delle sue composizioni – in cui spazia dalla musica sacra alla musica contemporanea, dalla musica per immagini a quella concertistica – che evidenziano la versatilità e lo straordinario genio musicale dell’artista”.

Per la “Sezione TeatroEdoardo Torricellaper la magnifica, brillante e lunga carriera di attore, regista e autore teatrale. Un artista a tutto tondo che lavorato nelle più importanti Compagnie Teatrali, condividendo il palcoscenico in Italia e all’Estero con attori come Edoardo De Filippo e Carmelo Bene. Nel cinema ha lavorato sotto la direzione dei più grandi registi italiani, quali Federico Fellini, Marco Bellocchio e Roberto Rossellini. Ammirevole la sua scelta di portare nella periferia romana un Teatro d’avanguardia e futurista, al quale ha dedicato oltre 30 anni della propria carriera,e l’ha visto quale fondatore della Compagnia Teatrale “Il Gruppo”. Un impegno che negli anni ha visto la partecipazione ai suoi Laboratori di attivazione teatrale di oltre 900 giovani di questo territorio”.

Nella scorsa edizione, la notizia della premiazione del Premio Jean Coste ha ottenuto risonanza internazionale in ben 30 Paesi nel mondo, grazie alla rivista – pubblicata in lingua inglese – “Societas Mariae” della Congregazione dei Padri Maristi a cui Jean Coste apparteneva.

A comporre la Giuria quest’anno: Alvaro Caioli, Giovanni Caruso, Cinzia Dal Maso, Stefano Vannozzi, Annalisa Venditti e Rita Pomponio.

Per la Sezione Scuole il Premio vedrà un I° classificato per ogni Sezione (Elementari, Medie e Superiori) per un totale di 3 Premi ex aequo. Ai tre vincitori verrà consegnata una medaglia ricordo e un Premio in Buoni acquisto per prodotti tecnologici,del valore di 300,00 Euro ciascuno. La Giuria si riserva l’assegnazione di Menzioni speciali per altri lavori ritenuti meritevoli: medaglie ricordo, o pregevoli volumi sulla storia del territorio romano del valore di 50,00 euro ciascuno.

Una targa ricordo del Premio sarà consegnata ad ogni insegnante referente di ciascuna delle Scuole che avrà aderito al Premio e un riconoscimento al Dirigente Scolastico che si sarà distinto per l’impegno nel proprio lavoro.

Per la Sezione Università la vincitrice quest’ anno con una tesi di laurea in Storia dell’Arte Moderna a Roma e nel Lazio titolata “ Domenichino architetto” vince  la Dottoressa Chiara Tondolo che ritirerà la targa e un cofanetto viaggio Boscolo, che consiste in un weekend, in hotel 4 stelle per due persone, in una città d’arte italiana a scelta.

Menzione speciale per la “Sezione Università” con una Tesi di Laurea in “Diritto dei Beni Culturali” titolata “L’individuazione dei beni culturali: la zona grigia”  alla Dottoressa Giulia Guigiani a cui sarà consegnata una targa.

Il premio Jean Coste è uno degli appuntamenti culturali più importanti del territorio e da due anni, grazie al lavoro appassionante e appassionato di Rita Pomponio, riesce a portare anche in periferia personalità di alto livello nelle Arti, Lettere e Archeologia.

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/12143/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.